SPOILER

Sarà stato forse un maglione di lana dal collo alto e pruriginoso a far andar fuori di matto Jack Torrance?
Per fugare ogni dubbio e cercare di scoprire quello che forse è l’easter egg più nascosto di Shining, terrificante capolavoro del grande Stanley Kubrick,  non rimane che riguardare il film dall’inizio alla fine per vedere se ad un certo punto il custode di Overlook Hotel inizia a grattarsi furiosamente. Se poi non si trovano indizi nella pellicola non bisogna desistere ma andare a spulciare tra le pagine dell’ancora più spaventoso libro, scritto da Stephen King, maestro indiscusso della letteratura fantastica.

PESSIMA FAMA

Di certo c’è che quando si parla di maglioni di lana, a maggior ragione a collo alto, subito si percepisce un senso di soffocamento e di  prurito incontenibili, letteralmente da impazzire. Ma non è sempre così.

LE DIMENSIONI CONTANO

Una fibra di lana assomiglia un po’ al tronco di una pianta tropicale. La parte interna, molto elastica e resistente è ricoperta da scaglie di cheratina. Il prurito è generato dalla azione sfregante delle fibre di lana sulla pelle che per reazione rilascia istamina, una sostanza che provocando una risposta allergica ci comunica la sensazione di prurito. 

woolmicroscope Squadratlantica

Più le fibre di lana sono grossolane e maggiore sarà l’impatto sulla nostra pelle, viceversa, le fibre pregiate, più lunghe e sottili ci accarezzano comunicandoci una gradevole sensazione. Ecco quindi che si comprende perché le lane di qualità come il Cashmere, l’Alpaca ed il Merino extrafine, siano decisamente più morbide e gradevoli da indossare. 

BRUTTI RICORDI

A parte i pochi privilegiati nati con la camicia e magari anche con la maglia della salute in cashmere, i  cattivi ricordi che molti di noi hanno della “lana che pizzica” sono stati probabilmente generati da canottiere o maglie non di primissima qualità o già sottoposte ad un numero di lavaggi tale da renderle ruvide sulla nostra pelle. E come abbiamo già visto qui, un ricordo collegato ad un oggetto è veramente ben radicato nella nostra memoria.

SCEGLIERE BENE PER NON IMPAZZIRE

Quindi la risposta giusta è la qualità: non ci si deve far influenzare dai brutti ricordi ma affidarsi invece ad una bella maglia di lana in fibra pregiata. Trattandola bene come abbiamo spiegato qui, lei si prenderà cura di noi e della nostra pelle. Ovviamente un bel maglione caldo ispira la lettura di un buon libro, magari ambientato in inverno, e magari in un pericoloso ed infestato albergo delle montagne del Colorado, con il custode che comincia a dare chiari segni di nervosismo. E come già detto sopra, scegliere un buon maglione è più importante di quel che può sembrare.

Shining Squadratlantica

MAGLIA PIZZOLATO p.t1

Qualunque cosa tu stia facendo, abbi cura di te. Fai in modo che il tuo corpo stia bene ed anche la tua mente starà bene. Coccolati, viziati e rilassati, regalati cose buone, preparati qualcosa di caldo e leggi un buon libro mentre fuori piove, mangia con gusto, ama, dormi, svegliati con curiosità, infilati in vestiti che siano buoni con te e vivi la tua vita.

Pizzolato P.t1 Squadratlantica