Courtesy photo by Independent-liveaboards

“Dopo tutto questo lockdown quel che ci vuole è proprio una bella vacanza!”
Questo probabilmente è uno dei pochissimi punti sui quali tutti oggi concordiamo. Ma quale è la vacanza perfetta in questo momento? Cosa ci serve proprio adesso per dissipare l’angoscia che ci ha accompagnato per mesi e si è accumulata dentro di noi? Dopo esser rimasti segregati tra mura domestiche e mascherine sicuramente abbiamo bisogno prima di tutto di respirare aria fresca, di far scorrere libero lo sguardo in un cielo che finalmente non sia più racchiuso nel quadrato claustrofobico di una finestra. Abbiamo bisogno di depurarci, dai virus certo ma anche dalla paura. Via libera quindi alla visione di orizzonti liberi e sconfinati, nei quali l’unica presenza sia quella di una piccola e bianca vela all’orizzonte, niente di più.

IL RICORDO CI AIUTERÀ A DIMENTICARE

Non è vero, nulla va dimenticato. Abbiamo bisogno del ricordo, dell’esperienza per imparare a non sbagliare di nuovo. Giusto, ma allora ci serve per favore una happy end che chiuda questa brutta storia di ansia e dolore, un tatuaggio che certo non cancelli ma ci faccia vedere con altri occhi la cicatrice che comunque rimarrà negli anni a seguire. Un segno che tutto sommato vorrà dire che ci siamo ancora per poterlo raccontare.

tatoo over scar Squadratlantica

SCEGLIETE UN BISCOTTO PER LA SCATOLA DEI RICORDI

Come ci ricordano i biscotti dell’infanzia portati come esempio dal buon Marcel Proust nella sua celebre opera Alla ricerca del tempo perduto piuttosto che l’emozionante ritrovamento della scatola di ricordi nello squisito Il favoloso mondo di Amélie, uno dei ricordi più potenti è rappresentato da un oggetto che in un modo o nell’altro rimane legato ad un particolare momento. E’ un momento molto importante della nostra vita, e dovremmo scegliere noi e con grande cura l’oggetto da eleggere come testimone di questa esperienza. Sicuramente la visione di una mascherina ci ricorderà per sempre questa tragedia ma quella è la parte brutta del ricordo, quella che non ci piace, il proiettile estratto da una ferita che quasi ci uccideva. Scegliete invece un bel ricordo, scegliete di ricordare la risposta che abbiamo saputo dare, la guarigione invece della malattia.

METTITI UNA BELLA MAGLIA

Da sempre, molto prima che iniziasse questa storia, noi in Squadratlantica abbiamo pensato che fosse importante creare prodotti di valore, testimoni di imprese ma anche di qualità materiale, proprio per poter assolvere al compito di essere testimoni di quel che era stato, ma anche e soprattutto di quello che sarà, nello specifico la vita di chi indosserà i nostri capi. Una volta, anche per economia familiare, la regola era quella di acquistare prodotti che avrebbero dovuto attraversare il tempo e le generazioni. E invariabilmente finivano per ricordarci i volti delle persone o momenti della nostra vita. Noi la pensiamo così, vogliamo che i nostri capi diventino una specie di scatola dalla quale tirar fuori i ricordi, che un nostro maglione sia il maglione regalato dalla fidanzata, che diventi poi il maglione del papà e poi del nonno e rimanga come oggetto tangibile da toccare, annusare ed indossare per richiamare quel momento, quella persona. Sceglieteli con cura i testimoni della vostra vita, vi ricorderanno di averla vissuta. 

MAGLIA PIZZOLATO P.t1 COMPAGNA DI VITA

Dall’album dei ricordi: “Ma quello è il ponte del veliero dal quale ci siamo tuffati quando siamo andati a far diving in febbraio?  O il tavolaccio del rifugio, ti ricordi, dopo quell’incredibile escursione sulle dolomiti… e quel tipo, che matto! O aspetta.. forse alla locanda dopo quella mattinata di sci e snowboard sul ghiacciaio di Les deux Alpes? Anche se potrebbe benissimo essere la panca del SurfistaLoco a Cadice, quella sulla quale ci siamo riposati dopo aver affrontato in quel pazzo inverno le onde dell’oceano Atlantico…. O magari è solo il tavolo costruito dal nonno… E quella foto in alto? Che voleva significare?”
“Chissà. Di certo c’è che quella maglia è con me da un bel pezzo e c’era tutte quelle volte. Ancora perfetta dopo tanto tempo. Ricordo che quella brutta storia era appena finita ed avevamo ancora tanta paura, ma poi era passata. Mi presi quella maglia per coccolarmi un po’, ne avevo bisogno. Alla fine è diventata un po’ la mia coperta di Linus.”
Qualunque sia il tuo ricordo l’importante è che sia ben custodito, anche da una Pizzolato P.t1 in lana di qualità. Compagna di vita, che dura tutta la vita.