VISITA LA NOSTRA GALLERIA DI T-SHIRT DELLA SERIE STORICA
VISIT OUR GALLERY OF  HISTORICAL SERIE T-SHIRTS

ENG TEXT BELOW
Mas 96
Penetriamo il ventre del porto nemico, sei siluri sono lanciati nella loro corsa al bersaglio, i primi abbattono le reti d’acciaio, uno passa e colpisce. Buccari è violata e nuova gloria sia.
Il Capitano ordina di calare in mare le bottiglie suggellate con il tricolore, che l’austriaco legga e sappia chi è giunto sin dentro l’uscio della fortezza e siede ora al tavolo a cibarsi indisturbato delle sue tremule carni!
Ma i nostri bicchieri intagliati di gloria rimangono colmi, non beviamo in casa di chi si rintana. Usciamo in mare, Rizzo e Ciano condividono un cognac, d’Annunzio si bagna le labbra e propone il brindisi alla sirena dormiente che destammo nell’acque calme ed inoperose del nemico. 
Il suo nome – ci dice – è Beffa, e sarà da oggi svelato e legato a quel luogo.

Buccari Squadratlantica

La Beffa di Buccari 
Nella notte tra il 10 e 11 Febbraio 1918 i MAS italiani penetrarono le difese austriache di Buccari.
Uno dei siluri lanciati riuscì ad oltrepassare le reti ed andò a bersaglio su un piroscafo demolendo il mito dell’inviolabilità del porto nemico. All’interno della baia vennero lasciate su dei galleggianti tre bottiglie contenenti il messaggio di Gabriele d’Annunzio.
«In onta alla cautissima Flotta austriaca occupata a covare senza fine dentro i porti sicuri la gloriuzza di Lissa,
sono venuti col ferro e col fuoco a scuotere la prudenza nel suo più comodo rifugio i marinai d’Italia,
che si ridono d’ogni sorta di reti e di sbarre, pronti sempre a osare l’inosabile.

E un buon compagno, ben noto – il nemico capitale, fra tutti i nemici il nemicissimo, quello di Pola e di Cattaro –
è venuto con loro a beffarsi della taglia.
10-11 Febbraio 1918
Gabriele d’Annunzio»

QUESTO POST E’ STATO ISPIRATO DALLA TSHIRT
VOLO SU VIENNA
MEMENTO AUDERE SEMPER

ENG TEXT
Mas 96
We penetrate the belly of the enemy bay; six torpedoes are launched in their race to the target, the first five knock down the steel nets, one passes and hits.  Buccari is violated and new glory rise.
The Captain orders to drop in to the dock water the bottles sealed with the tricolour, that the Austrian read and know who has come trought the gate of the fortress and now sits at the table and undisturbed is eating his trembling flesh!
But our glasses carved of glory remain full, we do not drink in the house of those who hide. We go out to sea, Rizzo and Ciano share a cognac, d’Annunzio gets his lips wet and proposes the toast to the sleeping mermaid that we woke up in the calm and inoperous waters of the enemy.  Her name – he tells us – is Beffa ( mockery) and will be revealed and linked to that place forever.
Mockery at Bakar
On the night between February 10th and 11th, 1918 the Italian MAS boats penetrated the Austrian defenses of Bakar.
One of the launched torpedoes managed to pass the nets and went to target on a steamship, demolishing the myth of the inviolability of the enemy harbour. Inside the bay, three bottles containing the message ( read it above ) of the italian Poet Soldier Gabriele d’Annunzio were released. 

VISITA LA NOSTRA GALLERIA DI TSHIRT DA COLLEZIONE
VISIT OUR GALLERY OF COLLECTIBLE TSHIRTS